C’è una straordinaria similitudine tra il corteggiamento che riservi ad una donna e quello che fai per accaparrarti e tenerti stretto un cliente.

Quando mi hanno presentato la bellissima ragazza che oggi è la mia compagna, non credevo di avere alcuna speranza. Troppo bella per me!

Ho cominciato ad interessarmi a lei fin dalla prima uscita in gruppo con degli amici in comune.

Dì la verità, è capitato anche a te di decidere, nel preciso istante in cui hai visto per la prima volta quella bellissima ragazza, che l’unica cosa che volevi era stare con lei!

Ma come riuscirci?

Magari anche tu, come me, non eri super bello o un seduttore professionista.

Serviva una strategia! E subito!

Nel mio caso, iniziai cercando di capire che tipa fosse, cosa le piacesse, quali erano le sue abitudini.Lo Sherlock Holmes che era in me trovò il modo persino di avere il suo numero.

A quel punto, improvvisai un messaggino originale, che attirò la sua attenzione e mi permise di poter combinare un secondo incontro.

Ce l’avevo fatta!

Hai presente l’atteggiamento di un nuovo cliente, giustamente diffidente?

Bene, nel mio caso lei si comportò allo stesso modo. Ahimè.

Oddio, forse lo saremmo un po’ tutti all’inizio, vero?

Ci sono voluti un bel po’ di mesi prima che cedesse. Mi ripeteva sempre che non voleva affatto una relazione.

Aveva quella tipica diffidenza del cliente che ha preso troppe fregature.

La capivo.

Per non portartela alle lunghe, oggi stiamo insieme da più di un anno.

Non è stato facile conquistarla, ma ci sono riuscito con un classico corteggiamento “all’antica”, fatto di sorrisi, perseveranza, pazienza e comprensione.

Quando cerchi di instaurare un nuovo rapporto AZIENDA – CLIENTE accade esattamente la stessa identica cosa!

Cosa ti fa pensare che debba essere più facile rispetto al corteggiare la persona di cui ti innamori?

Sei per caso il “George Clooney degli imprenditori”?

Magari hai un’azienda normale, che fa cose normali, che fa errori umani e che si presenta sul mercato in maniera indifferenziata rispetto ad altre aziende.

Bene, il lavoro che dovrai fare, per farti notare da un potenziale cliente, sarà proprio quello che ho fatto io con la mia compagna.

COSTRUISCI NEL TEMPO UN RAPPORTO CHE TI FACCIA PREFERIRE AGLI ALTRI!

Comincia con il presentarti, con il raccontare chi sei, cosa puoi fare per i tuoi clienti e, magari, risolvere i loro problemi.

Sarai sicuramente in grado di farlo, vero?

E’ rarissimo che lo stesso giorno in cui tu ti alzi con una gran voglia di vendere, il tuo cliente si sia alzato con la voglia di comprare proprio da te.

Purtroppo, devi avere la pazienza di ATTENDERE. E mentre lo fai, non ti è concesso “fare lavori a maglia”, non ti è concesso andartene a passeggio ad ubriacarti e non ti è concesso nemmeno sbandierare a tutti che C’E’ LA CRISI!

Devi invece costruire un rapporto col tuo cliente, che gli dia la possibilità di convincersi che tu sei il partner perfetto per le sue esigenze.

Fagli delle domande, rendilo partecipe delle tue scelte aziendali, costruisci, inoltre, un suo identikit. Ti sarà più facile conoscere e saper soddisfare le sue esigenze.

Agli occhi dei tuoi clienti, devi essere un professionista efficace e corretto.

Salutali quando entrano, proponi loro ciò di cui hanno bisogno e per cui sono lì nella tua azienda, non mentire mai sulla qualità del prodotto e offri un’assistenza post vendita veloce ed efficace.

Attiva servizi d’eccellenza che ti aiuteranno a creare valore e che raccontino meglio la tua azienda e cosa fa quotidianamente.

Contornati di collaboratori capaci e di fiducia, pronti a seguire il tuo esempio.

Tutto questo creerà una nuova vincente filosofia aziendale e, credimi, i tuoi clienti se ne renderanno conto.

Così potrai fare la differenza in un mercato saturo e spietato, fatto ormai su misura per veri “Samurai” dell’imprenditoria moderna.

Buon cambiamento!

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.