Se stai leggendo queste righe, evidentemente, o hai un sito che non funziona o, peggio ancora, non lo hai proprio.

Purtroppo, oggi, se non hai un Blog Aziendale “con i fiocchi”, NON SEI NESSUNO.

Non è più sufficiente, così com’era possibile fino a 10 anni fa, avere un negozio fisico e gestire solo contatti reali tra persone.

Ma perché dovresti avere un Blog Aziendale “che funzioni” ?

MOTIVO N. 1

Oggi, le ricerche dicono che più del 60% delle decisioni d’acquisto vengono pianificate online, già prima di incontrare il venditore o prima di entrare in azienda.

 MOTIVO N. 2

Il mondo ONLINE lavora instancabilmente, 24 ore su 24, anche mentre la tua saracinesca è chiusa e i tuoi venditori sono con le proprie famiglie.

Ora ti faccio una domanda.

Sei sicuro che la gente che passeggia casualmente davanti al tuo negozio ti recepisca, SENZA OMBRA DI DUBBIO, come professionista eccellente del tuo settore?

Rispondi sinceramente, ti prego!

Se non sei stato bravo a costruirti nel tempo, un’immagine di questo tipo, che ti POSIZIONI come il “migliore della piazza”, probabilmente queste persone andranno a comprare altrove.

Magari solo perché avranno sentito dire, da qualcuno, che un amico di un amico lavora bene ed è affidabile.

Oppure, avranno ascoltato alla radio una pubblicità che decanta capacità straordinarie di un negozio dall’altra parte della città.

Insomma, avranno sempre mille e uno motivi per andare altrove e non per comprare da te.

Questo perché? Perché nel 90% dei casi non hanno un’urgenza impellente che li obblighi ad entrare nel primo negozio QUALSIASI che incontrano e, quindi, possono permettersi di allungare il loro giro.

MOTIVO N. 3

Grazie al tuo Blog Aziendale “da paura” potrai raccontare tutta la tua bravura.

Potrai e dovrai affascinare il TUO pubblico, fidelizzato e non, con i “trucchi” del mestiere. Avrai la possibilità di parlare liberamente di come svolgi il tuo lavoro e di come lo fai in maniera UNICA.

Ancora, potrai svelare, attraverso immagini e video, i retroscena affascinanti della tua “bottega”.

Se da una parte si sta perdendo la voglia del contatto umano, dall’altra si ha un estremo bisogno di recuperare FIDUCIA nell’imprenditore italiano, che, a causa delle tante difficoltà, politiche e burocratiche, non sempre svolge il proprio lavoro con diligenza e serietà, attuando le giuste strategie.

Deve pur sopravvivere, giusto?!

Certo che è giusto, peccato, però, che molti di loro hanno cominciato ad abbassare la qualità del prodotto e la qualità del servizio, pur di accontentare i propri clienti con sconti e prezzi più bassi. Secondo questi “imprenditori” è l’unica strada percorribile per mantenersi a galla, oggi.

NULLA DI PIU’ SBAGLIATO.

Con un Blog Aziendale “strafico” è come se aprissi le porte della tua azienda a tutti quei curiosi che, prima di comprare, vogliono sapere come lavori, la qualità dei prodotti che hai scelto per loro e come ti comporti con il resto del genere umano. In altre parole, sono interessati a capire se sei un cafone buzzurro, di quelli che quando entra un nuovo cliente non saluta nemmeno, o se sei sorridente e garbato con chi è venuto a trovarti in azienda.

Potranno leggere cosa raccontano di te i tuoi GIA’ CLIENTI, per capire se sono soddisfatti o se, in qualche occasione, hai tentato di fregarli.

Buttandotela giù ancora più semplice, è come se avessi deciso di affittare migliaia di vetrine della tua città, imbellettandole al meglio, mettendo sotto i riflettori le tue novità più interessanti, in modo che le vedano più persone possibile!

Invece di farlo fisicamente, investendo migliaia e migliaia di euro in affitti, scegliendo locali con le vetrine sulle strade più trafficate, lo fai con un’unica piattaforma online che gestirai comodamente dal tuo negozio o ancora meglio, in pigiama, da casa tua.

Tutto questo sarà sicuramente più proficuo utile e professionale che vederti con la sigaretta in mano, a perdere tempo sulla soglia di ingresso del tuo negozio, in attesa che i clienti “cadano dal cielo”.

Eccezionale, vero?

Una delle prime cose che ho scoperto studiando il mondo della vendita e del marketing è che le regole che portano al successo un venditore, un’azienda qualunque, un musicista o un DJ (che sono, entrambi, delle vere e proprie aziende) sono esattamente le stesse!

Quindi ti dò un suggerimento:

fai molta attenzione perché devi sforzarti di definire chi sono le persone per le quali scrivi.

Stringi il tuo FOCUS!!

Il musicista o il DJ nell’esempio, quando annunciano l’uscita di un nuovo disco, sono quasi certi di venderlo, perché hanno già costruito, nella mente dei propri fan, il genere musicale che li caratterizza e per il quale sono seguiti, assicurandosi il successo.

Così dovrai fare anche tu.

Decidi in maniera precisa a chi vuoi rivolgerti e fai in modo di raccontare te stesso nel modo più sincero e semplice possibile, per far sì che chi ti leggerà trovi interessante ciò che scriverai. Annoiare è un errore madornale che è sempre dietro l’angolo ad aspettarti!

Non è “quanto è lungo” o “quanto è breve” il messaggio che scriverai per loro a fare la differenza tra successo e fallimento, bensì quanto è INTERESSANTE e UTILE per risolvere il loro problema!

Te lo dico in modo ancora più chiaro, così non c’è il rischio che tu possa fraintendermi: il tuo blog deve rispecchiarti, non può essere solo un elenco di informazioni riciclate, trovate su altri siti, tagliate ed incollate sul tuo perché faresti una pessima figura.

Così come non funziona per niente mandare in giro i tuoi agenti, sfiancandoli con appuntamenti a freddo o surriscaldando le loro orecchie con telefonate a chiunque trovino sull’elenco telefonico.

Se scegli l’ultima opzione, bentornato negli anni ’80!

Ti faccio un esempio per capire meglio quale sia la FORZA di avere un TARGET SPECIFICO che ti segue:

Se ti dico “Milan” tu che fai?

A: Cominci a dimenarti, alzi al cielo le mani a pugni chiusi e inizi ad intonare cori da stadio.

Oppure

B: Storci il naso dicendo che “per carità, quel nome e quei colori”, perché tu sei Juventino e non tradirai mai le tue origini.

Come vedi tutto è polarizzante, o BIANCO o NERO.

Il Milan fa parte di quell’ 1% che ha capito come avere orde di tifosi che reputino i suoi giocatori dei punti di riferimento, a prescindere dalle campagne acquisti e dai loro nomi che, sappiamo tutti, cambieranno spesso.

La vera forza sta nel “BRAND” Milan.

La stessa cosa vale per la vendita e, quindi, anche per il tuo Blog Aziendale “trascinante”.

AVVISO IMPORTANTE!

Cosa succede ogni volta che ti rivolgi ad un target specifico?

  1. La maggioranza delle persone continuerà ad ignorarti, così come ha fatto fino ad ora, proprio perché non interessati a ciò che scrivi.
  2. Le persone della “fazione” opposta ti odieranno, perché non saranno d’accordo con te.
  3. Un target specifico di persone ti adorerà e inizierà a seguirti perché ha trovato in te un PUNTO DI RIFERIMENTO a livello COMMERCIALE e UMANO. Questo è ciò che conta davvero!

Più la tua intenzione è quella di vendere tanto ed avere successo, e più dovrai prepararti per andare in “guerra”.

Ti avviso, ciò che dirai non sarà “verità” per tutti. Non troverai mai un pubblico sempre e perfettamente d’accordo con ciò che scrivi. Ci sarà sempre il “criticone”, lo scettico e quello che, facendo il tuo stesso lavoro, cercherà di infangarti. Sarà normale, non preoccuparti.

Pian piano capirai come reagire a tutto questo.

Purtroppo se pensi che essere “carino e coccoloso” sia la strategia giusta, semplicemente non concluderai nulla, perché nessun target si riconoscerà profondamente in te.

Non diventerai leader per nessuno.

Ogni ribelle, ogni persona insoddisfatta e insofferente verso qualcosa che la tiene sveglia la notte, ha bisogno di una causa, ed ogni causa ha bisogno di un suo portavoce.

Prendi il mio blog, per esempio, e noterai che a me non importa nulla di seguire e consigliare imprenditori codardi, cocciuti, tuttologi e arroganti, che vedono la mia figura come un attacco alle loro competenze e al ruolo che rivestono, e che soprattutto non hanno rispetto di una crisi che esiste anche A CAUSA LORO.

Io seguo e proteggo chi vuole cambiare le cose, chi vuole fare la differenza, chi ha il coraggio di andare contro corrente, chi vuole formarsi per crescere e formare dipendenti capaci di gestire aziende eccellenti, chi vuole raccontare storie positive e di crescita.

Per tutti gli altri, semplicemente NON HO TEMPO!!! Ne ho perso fin troppo dietro le loro scuse e i loro limiti.

Il mio intento è quello di diventare un punto di riferimento per tutti quei “guerrieri” che combattono contro un paese ed un’economia che non funziona più!

Ok, torniamo al tuo Blog Aziendale “serio”.

Dovrai iniziare a comunicare al tuo target PARLANDO DELLA CONCORRENZA!

Si, hai capito bene. Mentre racconterai le mirabolanti avventure della tua azienda, dovrai sempre avere, come termine di paragone, i tuoi concorrenti.

Adesso ti spiego perché.

Il cervello di noi “poveri” umani non percepisce mai i concetti in maniera assoluta, ma solo quando riesce a paragonarli a qualcos’altro. Ciò significa che non esiste “bello”, “buono” o “di qualità”, a meno che non sia “più bello di…”, “meno bello di…” e così via.

Dovrai mettere, quindi, il tuo potenziale cliente davanti a 3 tipi di scenario che lo aiuteranno a comprendere che scelta fare:

  1. Cosa succede se compri il mio prodotto o servizio.
  2. Cosa succede se compri quello della concorrenza.
  3. Cosa accade se non fai nessuna di queste due scelte e rimani con il tuo problema.

Se non riesci a parlare in questi termini, hai un problema di POSIZIONAMENTO e allora dovrai lavorare di più per capire come il tuo prodotto si DIFFERENZIA rispetto alla concorrenza e offre una SOLUZIONE adatta al tuo target specifico.

Mi raccomando, però, a non infamare i tuoi competitor! Non dovrai sparlare di loro o raccontare cose che non sono vere, solo per farti “il figo” della situazione, perché le bugie, lo sai, hanno le gambe corte.

Dovrai, invece, DIMOSTRARE CON I FATTI che ciò che offri tu, per uno specifico problema o per una specifica esigenza, è molto più indicato rispetto al risultato che si otterrebbe se il tuo potenziale cliente andasse a comprare da un’altra parte.

Questa dimostrazione devi farla con ESTREMA PROFESSIONALITA’.

ORA fai ATTENZIONE perché hai un altro problema da risolvere.

I clienti, oltre ad ascoltare ciò che hai da offrirgli, hanno sempre in mente le alternative che gli offre la concorrenza e vi mettono a paragone, proprio per il concetto che ti ho spiegato qualche riga fa.

Se questi ragionamenti li lasci fare a loro, rischi che, non avendo le competenze necessarie per capire davvero “cosa è migliore di”, ad un certo punto entreranno in confusione.

Quando questo accade, per la tua azienda è un problema per 3 motivi:

  1. Il cliente è confuso e, per evitare di sentirsi in colpa, compra dal meno caro.
  2. Il cliente è confuso e compra da chi gli sembra più autorevole, quindi dal leader del mercato.
  3. Il cliente rimane in stato confusionale e non compra affatto.

Ora, quale di queste tre opzioni fa sì che comprerà da te?

Esatto. NESSUNA!

ADESSO VUOI FARE UNA COSA UTILE CHE RISOLVA QUESTO STATO DELLE COSE?

Eccoti un piccolo prontuario operativo:

  1. Mettiti al lavoro seriamente, dedicando del tempo alla ricerca e alla formazione, perché essere un IMPRENDITORE vuol dire anche questo, benché sia un concetto estremamente sottovalutato.
  2. Studia te stesso e la tua azienda e rifletti in maniera critica e sincera su cosa migliorare.
  3. Studia molto bene la tua concorrenza, per capire cosa sa fare meglio di te e come riuscire a raggiungere il suo stesso livello di competenze, per poi superarla.
  4. Cerca le sue debolezze, si tramuteranno in possibili ANGOLI D’ATTACCO che potrai sfruttare, essendo tu il più forte. Gridalo, poi, a gran voce attraverso il tuo Blog Aziendale “amplificato”.
  5. Racconta al tuo pubblico storie VERE e APPASSIONANTI, che facciano venir voglia di servirsi da te.
  6. Stupiscili e, soprattutto, non abbandonarli dopo l’acquisto, in modo che possano ritrovare la strada per tornare, anziché dimenticarsi che esisti.

Grazie al tuo Blog Aziendale “fantastico”, renderai i tuoi clienti dei moderni “Pollicino” che, come lui, ritroveranno la strada che li condurrà da te per un nuovo acquisto.

Come poter mettere in pratica questi semplici suggerimenti?

Ecco due guide per te, che ti guideranno verso risultati unici e facili da raggiungere.

Spero di esserti stato utile a comprendere perché, oggi, serva più che mai avere un “palco” da cui urlare a voce alta quanto tu sia professionale e bravo nel tuo lavoro, ovvero la persona giusta per i tuoi clienti!

In questo modo, sovrasterai le lamentele degli altri imprenditori che hanno scelto solo di lamentarsi.

Ora però passo la palla ad uno dei maggiori esperti di Blog aziendali del Salento, che, non a caso, ho scelto come Partner di questo progetto.

Ecco cosa può fare per te! CLICCA QUI

Buon Blog Aziendale

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.